Gelosa io?! No, se guarda un’altra gli cavo gli occhi e li metto sotto formaldeide sul camino! 

Io potrei essere una potenziale serial killer se non avessi un barlume di lucidità che mi ferma ogni qual volta il mio istinto omicida si fa sentire… Che poi io dico, perché non si mantiene una distanza di sicurezza come per le auto… Lui è il mio fidanzato, tu un’altra donna, per evitare incidenti devi mantenere una distanza di sicurezza di almeno 7 metri… Preciso no? Invece no, dobbiamo fare gli indisciplinati, solo che non ci sono regole come per il codice della strada, quindi niente vigile a controllare ed ecco che così la distanza si annulla ed è un attimo poi che succede l’incidente, sai un attimo di distrazione…. Un attimo di distrazione un paio di palle, io già non capisco perché un’altra donna debba parlare con il mio fidanzato, però mi dicono che in Italia ci sia la libertà di parola ( sto pensando di trasferirmi), figurati se si avvicina… Sono esagerata?! Dite tutte così, ma poi appena una si avvicina al vostro uomo diventate anche voi come me, la controfigura di Jack lo squartatore, perché diciamocelo donne a noi piace marcare il territorio un po’ come fanno i cani e se qualcuno si azzarda ad entrare diventiamo rotwailler con la bava alla bocca… Ma se vogliamo che tutto funzioni bene e che tutte andiamo d’amore e d’accordo, ognuno rispetti la distanza di sicurezza così non ci sono incidenti… 😉

Annunci

Facciamo un po’ di shopping primaverile….

Eccomi qua… oggi vi voglio parlare di un negozio molto carino a Latina che spedisce in tutta Italia…

Allora si chiama New Vintage Shop, ha vestiti, scarpe e accessori molto molto carini e con prezzi veramente molto accessibili e loro sono veramente gentili e disponibili.

Vi ho messo i link sia della pagina fb che del profilo instagram, basta che mandate un messaggio al numero whatsapp e vi risponderanno subito dandovi tutte le informazioni che vi servono e la modalità di spedizione. Il costo della spedizione è di 7e in tutta Italia… appena arriverà il mio vestito vi posto la foto.

Un bacio a tutte!Abito meraviglioso a soli 19.90€

https://it-it.facebook.com/pages/New-Vintage-Shop-Online/344733308999552

https://instagram.com/newvintageshop/

“Ed eccomi di nuovo con il solito problema: un armadio pieno di vestiti e niente da mettermi.”

  Sono un po’ in ritardo, ma Sarah mi perdonerà… Sono stata un po’ impegnata, sapete com’è tra feste, red carpet, sfilate, un delirio… 😃 Comunque volevo fare gli auguri a questa donna per il suo cinquantesimo compleanno, donna che è diventata icona di stile e guru per tante donne! Ho visto il primo episodio di Sex and the City quando avevo diciotto anni, ora ne ho trentadue e devo dire che ancora lo guardo incantata e se prima alle loro teorie sugli uomini rispondevo con un ” che esagerate, si vede che è un telefilm” ora rispondo ” sti ca@@i è proprio così”! Perché in fondo questa serie ci piace perché racconta quanto siano isteriche, paranoiche, complicate e volubile le donne, il tutto contornato da Chanel, Dior, Manolo Blanik,ecc… Donne dobbiamo dirci la verità noi siamo esageratamente complicate, piene di paure, di insicurezze, di menate assurde, ma siamo belle proprio per questo, o no?! In fondo saremo delle grandi rompi coglioni ma siamo dannatamente belle e speciali! Io guardo Sex and the city con il mio compagno e i suoi commenti mi aprono un mondo su come gli uomini ci vedono… In effetti loro sono molto più semplici di noi, quello che dicono vuol dire esattamente quello che dicono… Lo so sembra un cosa folle anche a me, ma vi giuro che è proprio così, e non capisco come sia possibile! Ad esempio, il nostro “come vuoi” è molto diverso dal loro ” come vuoi”… Noi in quelle due parole ci mettiamo tanti di quei sottotitoli che non basterebbe la pagina 777 del televideo, loro no, loro usano davvero solo due parole… Cioè, mi spiego meglio, ” come vuoi” per loro significa davvero ” come vuoi” ma a noi sembra così assurdo e ci lascia così spiazzate che abbiamo bisogno di mettere tutti i nostri sottotitoli e farne una tragedia… Perché diciamoci la verità noi donne senza un po’ di sana tragedia non sappiamo vivere! 😘

Isterica?! Si, ma è un pregio! 

http://m.huffpost.com/it/entry/6924388?utm_hp_ref=fbpj

Mi sono imbattuta in questo articolo navigando su Fb e volevo condividerlo con voi… Allora, partiamo dal presupposto che io sono l’emblema della donna sensibile, lunatica e umorale, avete presente le persone bipolari? Eccomi sono io… Anche se credo di averne almeno cinque o sei di personalità… Che ne so, mi sveglio tristissima, senza nessun motivo apparente e qualsiasi cosa mi fa piangere o incazzare. Ad esempio, apro gli occhi e non trovo il solito messaggio del buongiorno in whatsapp dal mio compagno perché per un motivo qualsiasi quell’anima pia non è ancora riuscito a mandarmelo, ( faccio notare che viviamo insieme, quindi mi ha salutata con un bacio mezz’ora prima ) bene, per me è un motivo sufficiente per scatenare la terza guerra mondiale, roba che se ci fossero due me al posto di Putin e Obama altro che guerra fredda, la bomba atomica non era niente in confronto! Questo è sufficiente per dirgli che è finita, che non mi ama, ecc… Salvo poi, passate 4 ore a litigare, comincio con il pianto isterico, le scuse e ad urlargli che è l’uomo perfetto! Vi assicuro che potrei avere la stessa reazione se potessi comprarmi un paio di Louboutin e non ci fosse più il mio numero, potrei uccidere la commessa o assumere un investigatore privato per rintracciare la donna che ha osato comprarle prima di me… Ma sono sensibile, lunatica e umorale, cosa ci volete fare… Prima piango, poi rido, poi sono tipo la bella addormentata nel bosco ma con gli occhi aperti! Ora capite che non è così semplice vivere con una così, io ringrazio infinitamente la dottoressa che vuole darmi un’iniezione di fiducia dicendo che una donna così ha tantissimi pregi, qualcuno ne avrò sicuro, ma si fidi dottoressa tutte queste crisi isteriche offuscano qualsiasi pregio… 

Pelle o muta? 

Ora mi dovete spiegare una cosa… Io sarò un caso patologico ma d’inverno ho freddo, non so voi. Quando mi alzo la mattina d’inverno, la prima cosa che faccio è guardare il meteo dell’iPhone per vedere la temperatura e decidere di conseguenza a quanti strati di abbigliamento mi posso fermare, poi vado in bagno e mentre sbrigo dei bisogni con cui non si può discutere, faccio un giro su instagram ed eccole lì le cosiddette vip, tutte belle, truccate, pronte per i loro selfie in giro per Milano o Roma ( perché mai che siano in giro che ne so, per Mantova, che è pure bellina) praticamente vestite come se fuori ci fossero 20 gradi oppure le vedi che si fanno selfie in casa mentre cucinano (?!) o giocano con i figli vestiti entrambi come se fosse il 10 agosto… Ora voi me lo dovete spiegare o non avete un’epidermide come quella nostra, povere comuni mortali, che si alzano rincoglionite, con una faccia che non riprende la sua forma originale fino ad un’ora dopo la colazione,  che appena mettiamo un piede fuori dal letto infiliamo sopra il pigiama qualsiasi cosa che secondo noi possa scaldarci, cane o gatto compresi, ma avete una muta e quindi potete permettervi la maglia all’ombelico e i sandali anche il 10 gennaio oppure fate le fighe, ma in realtà fate tutti bar di Piazza Duomo perché vi viene un cagotto spettacolo… Stessa cosa in casa avete i termosifoni a 32 gradi per stare in canotta e senza calze a Natale????!!!!     Che poi dico un po’ di rispetto per tutti gli stilisti che si sbattono a fare tutti gli anni le collezioni autunno/inverno…. numeri e numeri di Vogue che ci spiegano come vanno i cappotti quest’anno e voi che siete le uniche che se li possono permettere, non ve li cagate di striscio… Io al posto loro m’incazzerei di brutto!  

Venezia 01/01/2015
foto presa dal blog di Alessia Marcuzzi

  

Vorreste dirmi che è meglio il David di Donatello di un paio di Louboutin???!!!!

Victoria & Albert Museum.

Quando arrivo alla sala che ospita la storia della moda, divento rigorosa e scientifica. Passo più tempo lì che in ogni altra sala. Ma poi vestiti e scarpe finiscono e ricominciano le statue e tutte quelle cianfrusaglie nelle bacheche.

(Sophie Kinsella, I love shopping)